Netatmo Termostato – Opinioni e Prova

Prova Termostato Netatmo

Scrivo questo articolo perché ho avuto modo di installare in casa il Netatmo Termostato e quindi nei prossimi paragrafi potete trovare le mie opinioni dopo circa un mese di utilizzo.

Premetto che ho deciso di acquistare questo termostato perché la mia vecchia caldaia è deceduta definitivamente, quindi, visto che avevo il tecnico in casa per la sostituzione della stessa, ho approfittato per farmi sostituire anche il vecchio classico termostato con questo più “avanzato”.

Cosa da sapere prima di procedere all’acquisto del termostato Netatmo

Una cosa scontata, ma sempre meglio dirla, non può funzionare su impianto condominiale, ma esclusivamente su impianti autonomi. Appena effettuate l’unboxing, troverete due “dispositivi”, uno andrà all’esterno vicino alla vostra caldaia e può essere collegato attraverso un cavo in dotazione, oppure, semplicemente alla presa di corrente. Il secondo, invece, andrà a sostituire il vostro termostato interno. Nel mio caso, quest’ultimo comanda l’accensione della caldaia, mentre quello esterno, rileva la temperatura esterna ma sono entrambi connessi tramite segnale radio.

L’installazione è molto semplice, ci sono dei video ufficiali che vi guidano passo passo, secondo me, prima di procedere all’acquisto, guardatevi questo video:

Ok, avete sorpassato tutti i dubbi relativi all’impianto, ma le opinioni?

Un dispositivo utilissimo, il primo vantaggio è che potete comandare il vostro impianto di riscaldamento direttamente dal vostro Smartphone. Se siete in viaggio, oppure semplicemente a cena fuori e volete modificare la programmazione per trovare casa calda al vostro rientro e nello stesso tempo risparmiare sulla vostra bolletta, l’acquisto è da fare! In più è molto preciso e lo potete spostare in qualsiasi stanza/ambiente. Spesso, il termostato si trova in delle aree più calde di altre, ad esempio, in casa mia è stato installato non troppo lontano da un radiatore, quindi il vecchio termostato, essendo fisso, captava qualche grado in più e quindi faceva spegnere l’impianto prima che tutta casa avesse effettivamente raggiunto la temperatura impostata.

Ma il bello non finisce qui, l’app vi restituirà altre funzionalità e dati importanti!

Prova Termostato NetatmoQuesta foto è come realmente sarà il vostro termostato netatmo subito dopo l’installazione (come potete vedere, sono necessari dei ritocchi alla tinta delle pareti). Avrete la possibilità di configurare l’orientamento, se visualizzare le due temperature in orizzontale o in verticale. Sempre da questo dispositivo a parete, potete agire manualmente sulla temperatura, quindi, qualora aveste gente a cena e volete rendere l’ambiente più “tropicale” potete aumentare la temperature richiesta di qualche grado, oppure, fare l’inverso per far spegnere l’impianto. Personalmente non ho mai agito sul termostato ma sempre dall’app.

 

prova_netatmo_file_002Passiamo alla programmazione e alla gestione quotidiana dei riscaldamenti

Ecco qui il cuore della prova su strada. Potete gestire tutto attraverso l’app, quindi, dopo aver collegato il termostato alla vostra rete Wi-fi e creato un account su Netatmo (si tratta di una procedura guidata semplicissima) avete la possibilità di cominciare a creare dei “profili” in base alle vostre esigenze. Per profili intendo delle temperature, essenzialmente potete stabilire che per voi il “Comfort” è 21° mentre “Economico” corrisponde a 16°. Quindi, quando siete in casa ad esempio dalle 19.00 alle 23.00, potete dire al termostato di garantire il profilo comfort, invece, quando siete fuori, impostare il profilo economico. Personalmente ho impostato un terzo profilo, per quando stiamo dormendo fino a quando è ora di andare a lavorare, questa scelta mi garantisce una temperatura normale/vivibile senza dare troppa spinta alla caldaia.

prova_netatmo_file_001

Conclusioni

Attualmente non ho avuto il modo e la prova del risparmio in bolletta. Posso dire che mi trovo veramente bene e per il prezzo è abbordabile, magari mi fa risparmiare quei pochi euro a bimestre che mi fanno rientrare dell’investimento iniziale. L’app è molto ben fatta, ovviamente potete fare accesso anche al sito internet da desktop e trovare gli stessi dati sul consumo, temperatura, ecc. In più, se volete risparmiare qualche euro, vi consiglio di acquistarlo su Amazon attraverso questo link, spesso si trova in offerta!