I 5 migliori accessori per il MacBook Pro 16 pollici

5 Migliori Accessori per MacBook Pro

Dal mese di dicembre 2019, dopo aver messo da parte un (bel) po’ di denaro, ho deciso di aggiornare il mio principale strumento di lavoro. Possedevo un MacBook Pro 13 pollici con i7 e 16gb di RAM acquistato nell’oramai lontano 2013, ma da qualche mese dava seri cenni di cedimento, l’impianto audio oramai era andato, alcune volte ero costretto al riavvio perché lo schermo si congelava oltre al fatto che il disco fisso cominciava a starmi stretto.

Prima di rimanere a piedi completamente, mi sono fatto forza e attraverso il sito ufficiale Apple, ho completato l’acquisto!

Sono subito imbattuto nella ricerca dei migliori accessori per il MacBook Pro 16 pollici, prima di addentrarmi nella lista, l’esigenza principale è stata quella di dover adattare il grande Apple Thunderbolt Display con l’omonimo connettore e disposto ad alimentare un MacBook attraverso il connettore MagSafe 2.

Cominciamo quindi in ordine di importanza!

Convertitore da USB-C a Thunderbolt 2 per Apple Thunderbolt Display (e non solo)

Per evitare di mettere in vendita questo fantastico Monitor da 27 pollici, ho acquistato questo adattatore così da far passare il canale video e consentire alle porte presenti nel monitor di funzionare come prima. Devo essere sincero, ancora oggi ho problemi di “risveglio” dopo lo stand-by. In altre parole, questo monitor a volte non vuole ripartire, sarai quindi costretto a staccare il connettore e inserirlo di nuovo per dargli l’input di svegliarsi. Fortunatamente, ho trovato diversi escamotage, il primo e più efficiente è quello di sfruttare il display del MacBook Pro (deve essere accesso altrimenti hai altro genere di problema) per simulare un cambio di risoluzione del Cinema Display, questo innescherà un nuovo input e nella maggior parte dei casi non sarai costretto ad agire tramite hardware.

Convertitore da MagSafe2 a USB-C

Questo è stato l’acquisto più complesso, perché ho sempre avuto il timore di affidare l’alimentazione di un dispositivo da oltre 3 mila Euro ad un adattatore da circa trenta euro non ufficiale Apple. Ora sto usando questo adattatore, evitando così di tenere sempre in utilizzo l’alimentatore ufficiale incluso nella confezione. Ti devo confidare che non dormo sonni tranquilli, ogni mattina ho sempre il timore di non sentire il feedback dell’accensione e di riaprire gli occhi guardando il soffitto con qualche mio collega che mi tiene la mano.

HUB USB-C

Se stai leggendo questo articolo, avrai sicuramente compreso che il MacBook Pro, da anni oramai, possiede esclusivamente porte USB-C (Thunderbolt 3) e un timido connettore per l’audio in ingresso e in uscita. Quindi, nel caso volessi collegare dispositivi USB “vecchio tipo” tipo Pen Drive, Hard Disk o anche semplicemente connettere il tuo Monitor/TV con il cavo HDMI e desideri avere il massimo delle performance per trasferire grandi file in rete attraverso l’affidabilissimo cavo ethernet , sei obbligato ad acquistare un adattatore multipresa USB-C.

Ne esistono diversi, c’è veramente l’imbarazzo della scelta, evita quelli senza cavo, che si attaccano ai due connettori perché dopo un po’ di tempo perdono il grip e di conseguenza il collegamento. Altro svantaggio di questa tipologia, consiste nel fatto che basta un piccolo spessore, che non fanno più il loro dovere.

Adattatore USB-C MacBook Pro 16

Consigliato

 

Fatte tutte queste premesse, ti consiglio questo adattatore di SATECHI

Riesce anche a passare l’alimentazione, quindi potete ottimizzare le porte occupate.

 

5 Migliori Accessori per MacBook Pro - sconsigliato

Questo è quello che non consiglio se inserite una cover

Custodia/Cover

Chi mi conosce di persona, sa che mi piacciono le cose sobrie e non appariscenti. Dal mio primo MacBook Pro (lontano 2007) ho sempre voluto salvaguardare l’usura del bellissimo case in alluminio da urti e graffi. Con qualche decina di euro ho scelto una versione semplicissima ma efficace, non ti aspettare un materiale fighissimo al tatto ma fa il suo dovere, ecco la migliore soluzione, ti svelo questa cover.

Base di Raffreddamento

Le cover, anche se salvaguardano da urti e graffi, in qualche modo fungono da “cappotto” e quindi riducono la dissipazione ottimale del MacBook Pro. Essendo un prodotto molto slim, ti consiglio di poggiarlo sopra un sistema di ventilazione, così da regalare al tuo nuovo strumento di lavoro la giusta temperatura anche quando è sotto sforzo.

Ti consiglio questa base di raffreddamento, oltre ad essere economica e silenziosa, ha un piccolissimo led blu che ti fa capire se il computer sta lavorando oppure è in stand-by.

 

Written by Fabrizio Bottacchiari